Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e raccogliere statistiche. Per conoscere in dettaglio la nostra policy sui cookie consulta l'informativa completa.
Continuando a navigare o cliccando X, acconsenti all'uso dei cookie.

IT EN
@1xBG BIG COVER Ideas_04 Supply Chain Finance
ideas

Supply chain finance trend:
il Fintech al centro della crescita del comparto

530

miliardi di euro

Il valore del mercato potenziale del credito di filiera, ma solo il 28% è già servito

La “Supply Chain Finance” comprende diverse declinazioni del mondo fintech ed è sicuramente uno degli ambiti più interessanti della digital transformation nei Financial Services. La ricerca pubblicata a marzo 2019 dell’omonimo Osservatorio del Politecnico di Milano, cui Lutech partecipa per il secondo anno consecutivo, vede infatti l’Italia come secondo mercato della Supply Chain Finance in Europa.

In questi dati è racchiuso tutto il potenziale del mercato della Supply Chain Finance Parliamo di credito di filiera, dunque, soprattutto di fatturazioni e finanziamenti. La lenta e inesorabile svolta degli Istituti Bancari che da primi erogatori del credito hanno, ormai da più di dieci anni, abdicato al loro ruolo primario, ha determinato delle mutazioni considerevoli nello scenario, grazie soprattutto al ruolo assunto dalla tecnologia.

Il problema è dunque evidente: come permettere alle aziende di evitare di dipendere dai tempi di pagamento dei propri clienti, dalle attese per i finanziamenti, dal rischio di dover bloccare la produzione e di non poter innovare? Attraverso una nuova forma di intermediazione attiva, un nuovo comparto di mercato, a cui le Banche stesse strizzano volentieri l’occhio, che si basa su due pillar principali: la tecnologia e nuovi modelli di business.

77 giorni

La media per gli incassi sui crediti commerciali in Italia, mentre si attendono 91 giorni per il pagamento dei debiti

Il Fintech è un’opportunità per tutti: fornitori IT , aziende, PMI e startup italiane

È la tecnologia applicata alla finanza, il fintech, la chiave di volta che permette di gestire il credito di filiera con spese contenute, rischi controllati e, dunque, margini appetibili. Come anticipato, per il mercato della Supply Chain Finance come studiato dal Polimi, intravediamo un’opportunità di 530 miliardi di euro con un incremento anno su anno del 25%, di cui 480 miliardi (81% del totale, in incremento del 3.3%) verso i clienti e il restante verso le imprese collegate. Un mercato secondo in Europa solo alla Francia – che è partita prima ma ha un solo punto di distacco dall’Italia – e che precede la Germania.

Scorrendo i singoli comparti, scopriamo che le soluzioni più presenti sono ancora quelle più tradizionali, come l’Anticipo Fattura - il finanziamento delle fatture non ancora riscosse - che passa dagli 75 miliardi del 2016 ai 79 del 2017 (il 15% del mercato, +5,3%) e il Factoring - cessione di crediti commerciali vantati da un’azienda verso i debitori - stabile a quota 58 miliardi.

Nell’ultimo anno è cresciuto il Reverse Factoring – la possibilità per i fornitori di sfruttare il merito creditizio di un'azienda cliente per ottenere prezzi più bassi - vale 4 miliardi (lo 0.8% del mercato, +33%), ma anche l’utilizzo della Carta di Credito, che genera un valore di 2,6 miliardi (lo 0,5% del mercato, +6,7%) e nuove soluzioni come l’Invoice Auction, un marketplace per l’anticipo fattura basato su una piattaforma tecnologica che consente a terze parti con disponibilità di capitali di investire nelle fatture emesse dalle aziende, che vale appena 0,04 miliardi (0,01% del mercato) ma è cresciuto del 500% in un anno intravvedendo un grandissimo potenziale per il futuro Infine, le vecchie ma sempre attuali operazioni di cartolarizzazione dei crediti commerciali, valgono 2,5 miliardi, pari allo 0,5% del mercato.

Le soluzioni di Supply Chain Finance si basano prevalentemente sulla componente tecnologica, che si esprime attraverso alcuni trend specifici. Il primo è certamente la blockchain.

Per sua natura intrinseca, ogni transazione commerciale e ogni catena di fornitura è infatti chiaramente certificata. La gestione è (relativamente) facile, la trasparenza di transazioni e partecipanti è garantita e la velocità di erogazione definisce una migliore efficienza lungo la catena di approvvigionamento.

Altro trend tecnologico che trova una naturale collocazione all’interno della Supply Chain Finance è l’Intelligenza Artificiale, nelle sue forme di algoritmi di automazione (RPA, Robotic Process Automation), di elaborazione di enormi quantità di dati e di analisi predittive (machine learning). L’analisi dei dati trova, per esempio, particolare applicazione nello scoring, ovvero la misurazione del percentuale di rischio di insolvenza di un’azienda. La possibilità di incrociare dati interni all’azienda e ricevuti da information provider specializzati nello scoring  e, soprattutto, dati esterni sul sentiment dell’azienda stessa, recuperabili da fonti raggruppabili nel cluster degli “Alternative Data”, permette di fornire valutazioni predittive, non solo relative all’insolvenza ma, addirittura, negli ambiti di valutazione economica di asset, strategie e visioni fino a coinvolgere l’ambito degli investimenti e dei valori azionari. In definitiva, più dati, più analisi, più precisione, più sicurezza a beneficio di tutta la filiera.

Le aziende, sia di grandi dimensioni che PMI e start up, così, hanno a disposizione abilitatori efficaci per ottenere più velocemente e in sicurezza i finanziamenti per il proprio capitale circolante, generato dalla propria attività operativa o da investimenti correnti, facendo leva sul ruolo che ricoprono all’interno della Supply Chain in cui operano e sulle relazioni con gli altri attori della filiera. I benefici, dunque, sono evidenti:

  • aumento della disponibilità di credito
  • miglioramento delle condizioni di accesso al credito
  • riduzione del fabbisogno complessivo di capitale circolante
  • miglioramento dei rapporti con gli altri attori coinvolti

Le soluzioni basate sulle tecnologie illustrate coinvolgono Istituti Finanziari, B2B Service Provider, Operatori Logistici, Assicurazioni, Piattaforme Fintech e si basano su un uso pervasivo della digitalizzazione del ciclo ordine-pagamento promuovendo collaborazioni e partnership che, sempre secondo il rapporto dell’Osservatorio, in Italia raggiungono valori superiori al doppio rispetto alla media mondiale.

Blockchain e AI

sono tra i trend tecnologici principali che abilitano la supply chain finance

Le caratteristiche delle soluzioni di riferimento per il Supply Chain Finance

In sintesi, quali sono gli ambiti operativi delle soluzioni tecnologiche applicate a questo mercato? Possiamo sintetizzarle in:

  • Digitalizzazione dell’intero ciclo endto-end attraverso combinazione di Blockchain, RPA (Robotic Process Automation) e Smart Contract.
  • Evoluzioni normative in ambito Blockchain e Smart Contract (validità/sicurezza/legalità del dato.
  • Affidabilità degli strumenti e dei modelli di Big Data Analytics
  • Impatto della tecnologia sul merito creditizio attraverso nuovi modelli di rating (includendo dati operativi)
  • Uso della tecnologia per l’onboarding dei fornitori
  • Impatto dell’obbligo della fatturazione elettronica e possibili opportunità abilitate da questa (rischio di frode, estrazione dati, pignoramento credito dallo stato)
  • Incremento del rapporto tra istituti finanziari/factor e fintech/piattaforme digitali
  • Integrazione delle soluzioni di supply chain con sistemi/piattaforme gestionali già presenti in azienda.

Inoltre, si configura un nuovo order-to-pay journey attraverso:

  • Metodi di standardizzazione delle informazioni finanziarie qualitative/quantitative
  • Gestione puntuale delle specificità (per esempio nei rapporti con fornitori piccoli ma molto specializzati)
  • Abilitazione di scenari più completi prima dell’order e dopo il pay.

Lutech è parte attiva di questa rivoluzione nel settore del Finance attraverso il proprio ruolo di abilitatore di progetti tecnologici ad alto livello.

La profonda conoscenza del mercato del credito nata grazie alla creazione di piattaforme verticali da oltre 20 anni sul mercato,  rende Lutech l’interlocutore ideale sia dal punto di vista tecnologico che come innovatore verso nuovi modelli di business in ambito Supply Chain Finance.

Tra le ultime evoluzioni digitali delle piattaforme di Lutech possiamo includere:  il Digital Onboarding e l’intera piattaforma digitale che permette di effettuare operazioni dispositive con automazione di processi per gestire volumi significativi e  per effettuare simulazioni sul finanziamento richiesto, il Vendor Portal, le piattaforme e marketplace di Invoice Trading (sia con l’ausilio che senza Blockchain), …

Il tutto integrato con quanto necessario a garantire la compliance normativa e gli adempimenti di vigilanza dettati dalle ultime normative.

Oltre a individuare e proporre le soluzioni più innovative nell’ambito dell’intelligenza artificiale e della blockchain, Lutech si pone come partner di consulenza e integrazione al fine di agevolare la comunicazione tra le piattaforme applicative preesistenti dei protagonisti della filiera e i nuovi tool tecnologici.

Explore Fintech Solutions

Contatta Lutech

Ti invitiamo a prendere visione dell' informativa marketing.

Inserire un valore
Inserire un valore
Inserire un'email valida
Inserire un numero di telefono valido
Inserire un valore
Inserire un valore
Inserire un valore

Cliccando sul pulsante “Conferma” dichiaro di aver letto e compreso l'informativa marketing

Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali e promozionali relative a servizi e prodotti nonché messaggi informativi relativi alle attività di marketing, così come esplicitato nella suddetta Informativa

Per favore, seleziona la casella.

Si è verificato un errore, si prega di riprovare più tardi

Grazie per il tuo interesse


Abbiamo ricevuto la tua richiesta di contatto, ti contatteremo a breve per approfondire le tue esigenze di business.
 

ideas

Vision & Trends sulla Digital Transformation